comprare un terreno agricolo all’asta giudiziaria

Oggi, sopratutto a causa della crisi, sono davvero numerosi i terreni che spesso vengono messi all’asta. Si può dunque riuscire ad acquistare ad un prezzo competitivo un buon pezzo di terra.
Prima di pubblicare il bando il locum viene appositamente ispezionato, descritto e stimato da un professionista del Tribunale. Il giudice deve evitare che l’esperto entri in contatto con coloro ai quali deve essere sottratto il terreno in esame.
E’ bene essere a conoscenza della perizia tecnica prima dell’asta.
Nella maggior parte dei casi le aste per i terreni agricoli sono di due tipi:
- asta con incanto: l’asta non è definitiva fino ai 10 giorni successivi. Fino a quel momento chiunque può presentare un prezzo superiore almeno di 1/6 rispetto a quello di aggiudicazione. L’avviso di un nuovo incanto è notificato dal professionista delegato.
- asta senza incanto: l’acquisto è definitivo al momento della aggiudicazione. Non si devono attendere dunque i 10 giorni successivi all’asta.
Nel caso in cui ci si aggiudica l’immobile è necessario versare sul libretto bancario della procedura il prezzo al quale ci si è accaparrato il terreno agricolo. Entro 60 giorni si deve portare la ricevuta del pagamento effettuato presso l’Associazione Notarile per le Esecuzioni Immobiliari (Palazzo di Giustizia). Al prezzo aggiudicato si deve aggiungere un 10-15% di tasse accessorie. In alcuni casi è possibile anche accaparrarsi il terreno agricolo aprendo un mutuo. Questa opzione deve, però, essere contemplata nel bando.
Inoltre è bene ricordare che se il terreno agricolo era di proprietà di una società ad esso va applicata l’IVA, in aggiunta anche al 10-15% di tasse accessorie. In caso contrario si applica l’imposta di registro. E’ possibile anche usufruire delle agevolazioni per la prima casa.
Un problema potrebbe sorgere qualora l’immobile fosse ancora occupato da persone. Il Giudice ordina la liberazione del terreno, qualora nel bando sia specificato che il terreno agricolo verrà concesso vuoto. Il custode procede alle attività necessarie, ma non è sempre così facile come può sembrare.
Non sarà, però, quello l’atto che segnerà il passaggio di proprietà. Il terreno agricolo può essere intestato solo alla persona che ha partecipato all’asta. Solo con l’atto di trasferimento della proprietà emesso dal Giudice si potrà considerare il terreno come proprio. Da quel momento al debitore potranno essere chieste le chiavi del terreno. In caso di difficoltà ci si può rivolgere ad un avvocato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>