Category Archives: Uncategorized

contro l'insonnia assumere valeriana

Assumere valeriana per combattere l’insonnia in gravidanza

La gravidanza è un momento di particolare delicatezza nella vita di ogni donna. Mettere al mondo una nuova creatura non è semplicemente fonte di preoccupazione da un punto di vista psicologico, ma comporta dei timori anche da un punto di vista fisico. Il corpo della donna in gravidanza è sottoposto a numerosi stress in quanto svolge un percorso irto di ostacoli, con continui cambi di umore dovuti agli sbalzi ormonali.

Le preoccupazioni, l’ansia e la paura rovinano anche le notti delle gestanti che trovano difficoltà a prendere sonno. Il sonno, se fondamentale per ogni organismo, per una donna incinta è veramente indispensabile ed irrinunciabile.

La valeriana

Per combattere è consigliato assumere valeriana per combattere l’insonnia in gravidanza, una pianta officinale dalle proprietà calmanti ed anti stress che favorisce il sonno ed il riposo continuativo. Poichè si tratta di un fiore che viene essiccato e utilizzato come infuso o da ingoiare sotto forma di pillole liofilizzate, la valeriana è priva di qualsiasi controindicazione, non provoca allergie o intolleranze e non danneggia minimamente l’organismo. Spesso, le future mamme, quando incontrano dei disagi fisici durante il periodo della gravidanza, hanno il timore di assumere medicinali per non nuocere al bambino, in questo caso, tali timori sono totalmente infondati in quanto la pianta non comporta alcun pericolo ma svolge efficacemente la propria funzione.

Come assumere la valeriana

La valeriana è una pianta officinale e, come tale, per il consumo è necessaria l’essiccazione. valeriana per dormire meglioNonostante sia molto presente in ogni zona d’Italia, al fine di utilizzarla in maniera rapida e sicura, è possibile acquistarla presso le erboristerie o i negozi della grande distribuzione. In genere, per un effetto maggiormente rilassante, viene preparata come tisana, filtrata e addolcita con un cucchiaino di miele, dalle grandi proprietà antisettiche e disinfettanti. Oppure, molte future mamme utilizzano delle compresse o degli opercoli, acquistati anche in farmacia, da assumere prima di andare a letto oppure durante il corso della giornata. Non presentando controindicazioni, può venire assunta in qualsiasi orario e con una posologia stabilita a seconda delle specifiche necessità, senza intervento medico.

operazione di Mastopessi a Milano

Mastopessi: Milano è la capitale

La mastopessi per un lifting perfetto del seno

 

Così come la mastoplastica additiva anche la mastopessi è un intervento estetico atto a far recuperare tono al seno sfibrato dalle gravidanze e dall’allattamento.

La mastopessi è un intervento che viene eseguito con o senza protesi ed il seno può conservare il suo originario volume o può essere ingrandito ma lo scopo finale è uno solo cioè il rimodellamento.

Milano è la città dove spesso, le pazienti si rivolgono per ottenere un seno sodo, alto e dall’aspetto giovanile.

È una città che per antonomasia viene presa in considerazione grazie al gran numero di specialisti ai quali ci si può affidare con estrema fiducia e che in breve tempo, assicurano un seno perfetto.

Non a caso, Milano è scelta da innumerevoli donne per rassodare il proprio seno anche se non risiedono nel capoluogo lombardo ma provengono da diverse parti d’Italia.

La fiducia e la stima nel medico chirurgo che eseguirà l’intervento di mastopessi, è basilare per intraprendere un percorso certo e senza nessun tipo di ostacolo.

 

Quando rivolgersi al chirurgo plastico per una mastopessi

 

Se una donna dopo l’allattamento evidenzia una significativa perdita di peso del seno e un anomalo rilassamento dei tessuti, può rivolgersi ad un chirurgo plastico per praticare un lifting affinché il suo seno torni allo stato originario.

I chirurghi degli Istituti milanesi sono propensi a consigliare la mastopessi in quelle pazienti con seno che ha assunto una forma calata tipica del dopo allattamento.

Quando la forma e la tonicità del seno si è modificata questo tipo di intervento diventa quasi un’esigenza per le donne che si sentono come private della loro femminilità.

Spesso, l’aspetto del capezzolo è davvero antiestetico perché guarda verso il basso ed è necessario l’inserimento di una protesi anche se ogni donna è un caso a parte ed occorre una visita conoscitiva affinché lo specialista possa esprimere un parere accurato.

Attraverso un’esame obiettivo, il chirurgo specialista valuterà le varie possibilità di intervenire al fine di raggiungere un risultato finale ottimale.

Verranno presi in considerazione diversi fattori non trascurabili come la qualità della pelle, la posizione areola capezzolo e la forma originaria del seno.

Naturalmente, durante la visita pre operatoria il chirurgo rassicurerà la paziente che non esiste nessun rapporto tra tumore al seno e inserimento di protesi mammarie in ‘gel coesivo di silicone’.

Come per tutti gli interventi chirurgici anche quello di mastopessi comporta una serie di accertamenti per mettere in evidenza eventuali patologie al seno e confermare il buono stato di salute della paziente.

Solo dopo aver accertato gli aspetti legati all’intervento, si potrà passare alla valutazione da parte di una equipe anestesiologica.

 

Come avviene l’intervento di mastopessi a Milano

 

Grazie alla perizia dei medici chirurghi estetici milanesi, l’intervento di mastopessi si svolgerà nella massima serenità per la paziente.

Spesso per l’intera giornata si viene seguite da una ‘clinic manager’ che aiuterà a svolgere tutte le operazioni di routine a partire dalle pratiche burocratiche da svolgere all’accettazione per finire ad eventuali domande per dissipare qualche dubbio sull’operazione.

La mastopessi viene eseguita in anestesia locale con una leggera sedazione minimizzando l’uso dei farmaci così da poter dimettere la paziente in un brevissimo lasso di tempo.

Appena dopo l’intervento, la donna viene portata nella propria camera dove rimarrà in osservazione e durante il breve ricovero, verrà accuratamente assistita dallo staff che spiegherà la terapia da seguire nei giorni successivi e somministrerà laddove ce ne fosse il bisogno, dei blandi antidolorifici.

Dopo l’intervento di chirurgia estetica, la paziente può far tranquillamente ritorno a casa con la garanzia di poter contattare lo staff per qualsiasi problema o dubbio.

Fonte: www.mastoplasticadditiva.it

 

rossellabussetti.com_Serie tv_Super 8

J.J. Abrams un super uomo da 8! di Rossella Bussetti

E’ il mio mito. Si,Rossella Bussetti ammette che quell’uomo dai grandi occhiali è il suo produttore preferito. E cosi, dopo aver seguito molto delle sue serie tv, inconsapevolmente 3 anni fa assisto a una sua opera: Super 8. Perché è a 14 anni che realizza il suo primo lavoro in Super8.

Esperienza che diventerà un grande film nel 2011 prodotto dal suo mentore in carne e ossa: Steven Spielberg. Super 8 prende il via proprio da li: da un gruppo di ragazzini che mentre girano una scena del loro primo film (guidati dal sogno di diventare dei famosi registi da grandi) si imbattono in un alieno gigantesco, apparentemente tanto cattivo ma animato solo dalla volontà di tornare a casa. La trama raccontata in queste poche righe ci ricorda molto quello che è stato ET in effetti, ma chi l’ha visto lo sa: Super 8 è tutta un’altra storia. ET era piccolo e indifeso, Super 8 è un gigante che sa il fatto suo. All’inizio è spaventoso e pericoloso, ma come si sa, i bambini riescono a trovare il buono in ogni cosa che incontrano, anche la più terribile. E così sarà anche questa volta, perché dopo pericoli e avventure, riusciranno ad aiutarlo a completare la propria navicella per tornare nello a casa, vedendolo scomparire nello spazio una volta per tutte.

Vieni a visitare il mio blog e capire di cosa scrivo e come: http://www.rossellabussetti.com i commenti sono accettati. grazie a tutti