Category Archives: economia e finanza

La piattaforma Metatrader 4

Metatrader 4 è considerata, a buon diritto, tra le migliori piattaforme di trading online sul mercato Forex nonchè, dai dati forniti, anche la più usata dagli utenti. Negli ultimi anni internet è diventato protagonista indiscusso anche nel settore economico-finanziario grazie alla capacità di mettere in contatto tra loro gli investitori e porre in essere le trattative. Sono nati, dunque, dei programmi, creati appostamente per facilitare le operazioni riguardanti i titoli azionari e i conseguenti investimenti.

metatrader-4Metatrader 4 è la nuova creatura sviluppata da Metaquotes Software che per prima ha creduto nell’opportunità di potere trarre profitto monitorando il mercato, acquistando e vendendo strumenti finanziari quali azioni, obbligazioni e futures, avvalendosi esclusivamente del sistema informatico. La piattaforma è costituita da un server, gestito direttamente da un broker, e da un terminale, destinato agli utilizzatori finali del programma, ossia i clienti che partecipano attivamente alle operazioni finanziarie visualizzando sul proprio computer gli andamenti azionari, confrontando i prezzi il che permette loro di gestire in prima persona il proprio conto senza l’intervento di intermediari.

Il software applicato in Metatrader 4, poichè basato su Windows, consente, a differenza degli altri, di scrivere i propri script di trading che consentono di automatizzare il sistema a vantaggio di tutti gli utenti che possono, inoltre, apportare costantemente delle innovazioni grazie al software libero open source previsto dai progettisti. Il programma ha un grande risalto di popolarità per merito anche della comunità di Yahoo che include ben 12.000 iscritti, destinati a crescere sempre di più.

La piattaforma Metatrader 4 può essere scaricata agevolmente su ogni tipo di pc, ed è costituita da un pacchetto completo composto da diversi componenti.

Il Terminal è il componente utilizzato dai clienti, con esso è possibile svolgere le operazioni commerciali, stilare i grafici basati sui dati e procedere alle analisi tecniche. Funzionando con linguaggio di programmazione C, è semplice da usare e può essere anche personalizzato a seconda delle esigenze.

Il Mobile è il componente che permette di controllare il conto trading direttamente su smartphone.
Il Server è il componente più importante dell’intera piattaforma, permette di gestire le richieste degli utenti ed eseguire le operazioni commerciali.
L’Ammistratore gestisce tutte le impostazioni del server.
Il Manager si occupa degli account dei clienti e delle loro richieste di trading.
Il Data Center è, infine, un proxy server che mette in collegamento tra loro il server principale e i clienti, con la funzione di ridurre la quota prezzo da inviare alla fonte.

Questa piattaforma sviluppa il massimo delle prestazioni in Forex, il mercato valutario estero, le cui caratteristiche ben si combinano con le funzioni esplicate da Metatrader 4 che però, per via della sua grande versatilità e per la possibilità di personalizzare e, di conseguenza, potenziarne le qualità, ottiene una buona resa anche nel mercato azionario e dei cambi, e per il trading sui futures.

L’azienda produttrice di Metatrader propone la possibilità di scaricare online una versione demo della piattaforma, strutturata in maniera tale da esplicare tutte le funzioni e le varie potenzialità fornite dal programma consentendo, altresì, al popolo dei curiosi e a coloro che non hanno dimestichezza con il mondo del trading online di capire i meccanismi e decidere, poi, di procedere nello scaricare il programma principale.

comprare un prefabbricato con le aste giudiziarie

Un modo per comprare un prefabbricato è approfittare delle aste giudiziarie che permettono un risparmio anche fino al 50%. Un prefabbricato è venduto all’asta quando il proprietario è debitore verso altri soggetti e non riesce a sciogliere il debito stesso, in questo caso inizia una procedura ad istanza dei creditori tramite la quale vengono venduti all’asta i beni per poter soddisfare le esigenze degli stessi.
Quando siamo di fronte ad un prefabbricato solitamente parliamo di un capannone o comunque un immobile che non ha fondamenta e quindi deve essere distinto da una casa.

Lo stesso però viene assoggettato alla procedura prevista per l’acquisto di tutti gli altri beni immobili.

In base all’art. 579 del codice civile all’asta possono partecipare tutti tranne il debitore, ciò vuol dire che possono comprare il prefabbricato oggetto di vendita all’asta anche i figli e il coniuge anche se in comunione di beni.
Fatta questa premessa, possiamo passare alla procedura.
E’ bene premettere che il tribunale che si occupa della vendita all’asta del bene, in seguito ad ordinanza di vendita, in base all’articolo 490 del codice di procedura civile deve rendere nota la vendita all’asta attraverso la pubblicità sul sito internet nell’apposita pagina dedicata alle aste giudiziarie, attraverso la pubblicazione su giornali e quotidiani e sull’albo pretorio del comune su cui si trova l’immobile.

Questo permette a chi è interessato di avere notizia della vendita.

Nell’avviso devono essere date informazioni circa la data dell’asta, la base della stessa, il custode per poter visionare il bene e le modalità per accedere agli atti ovvero alla perizia.
La vendita può essere espletata in due modalità, ovvero vendita senza incanto o vendita all’incanto, solitamente si esperisce la prima modalità e solo nel caso in cui non si riesca a vendere in tal modo, si procede con vendita all’incanto.
Nella vedita sia all’incanto sia senza incanto solitamente viene fissata una cauzione che deve essere versata per poter partecipare all’asta, solitamente la cauzione deve essere versata con assegno circolare da allegare alla busta chiusa contenente l’offerta.

La cauzione viene restituita dopo la chiusura della vendita a coloro che non risultano aggiudicatari.
Per la vendita con incanto, chi è interessato può far pervenire la propria proposta in una busta chiusa che deve contenere il prezzo offerto, l’indicazione della modalità di pagamento ( si può pagare anche attraverso un mutuo), le generalità ed ogni altra informazione ritenuta utile.
Il giorno fissato per l’udienza il giudice responsabile dell’esecuzione procederà all’apertura delle buste.

In tale fase vengono valutate le proposte che superano almeno di 1/5 la base d’asta, se nessuna proposta raggiunge tale valore il giudice può considerare le offerte pervenute solo se non vi è il dissenso dei creditori procedenti o se vi è la certezza che il bene non può essere venduto ad un valore maggiore.
Nel caso in cui vi siano più offerte rispetto al valore su indicato, il giudice assegnerà il bene al soggetto che ha presentato la proposta più vantaggiosa, sempre che la stessa sia comunque regolare.
Nel caso di vendita con incanto la procedura è diversa perché il giudice rende nota la data della vendita all’asta, la base, l’aumento minimo di ogni offerta ed il tempo entro cui si può procedere all’offerta al rialzo rispetto alla precedente, insomma vengono rese note le regole della vendita.

A questo punto nella data e nel luogo indicato, chi è interessato si presenta e fa la propia offerta, quando non vi sono più offerte al rialzo il bene si intende aggiudicato.

Al termine della procedura, con il versamento anche tramite finanziamento, del residuo del prezzo da pagare entro i termini indicati nell’ordinanza di vendita, il prefabbricato viene trasferito in proprietà all’assegnatario libero da tutti i vincoli come pegni ed ipoteche.

comprare un terreno agricolo all’asta giudiziaria

Oggi, sopratutto a causa della crisi, sono davvero numerosi i terreni che spesso vengono messi all’asta. Si può dunque riuscire ad acquistare ad un prezzo competitivo un buon pezzo di terra.
Prima di pubblicare il bando il locum viene appositamente ispezionato, descritto e stimato da un professionista del Tribunale. Il giudice deve evitare che l’esperto entri in contatto con coloro ai quali deve essere sottratto il terreno in esame.
E’ bene essere a conoscenza della perizia tecnica prima dell’asta.
Nella maggior parte dei casi le aste per i terreni agricoli sono di due tipi:
- asta con incanto: l’asta non è definitiva fino ai 10 giorni successivi. Fino a quel momento chiunque può presentare un prezzo superiore almeno di 1/6 rispetto a quello di aggiudicazione. L’avviso di un nuovo incanto è notificato dal professionista delegato.
- asta senza incanto: l’acquisto è definitivo al momento della aggiudicazione. Non si devono attendere dunque i 10 giorni successivi all’asta.
Nel caso in cui ci si aggiudica l’immobile è necessario versare sul libretto bancario della procedura il prezzo al quale ci si è accaparrato il terreno agricolo. Entro 60 giorni si deve portare la ricevuta del pagamento effettuato presso l’Associazione Notarile per le Esecuzioni Immobiliari (Palazzo di Giustizia). Al prezzo aggiudicato si deve aggiungere un 10-15% di tasse accessorie. In alcuni casi è possibile anche accaparrarsi il terreno agricolo aprendo un mutuo. Questa opzione deve, però, essere contemplata nel bando.
Inoltre è bene ricordare che se il terreno agricolo era di proprietà di una società ad esso va applicata l’IVA, in aggiunta anche al 10-15% di tasse accessorie. In caso contrario si applica l’imposta di registro. E’ possibile anche usufruire delle agevolazioni per la prima casa.
Un problema potrebbe sorgere qualora l’immobile fosse ancora occupato da persone. Il Giudice ordina la liberazione del terreno, qualora nel bando sia specificato che il terreno agricolo verrà concesso vuoto. Il custode procede alle attività necessarie, ma non è sempre così facile come può sembrare.
Non sarà, però, quello l’atto che segnerà il passaggio di proprietà. Il terreno agricolo può essere intestato solo alla persona che ha partecipato all’asta. Solo con l’atto di trasferimento della proprietà emesso dal Giudice si potrà considerare il terreno come proprio. Da quel momento al debitore potranno essere chieste le chiavi del terreno. In caso di difficoltà ci si può rivolgere ad un avvocato.